Finanza responsabile

GROUPAMA ASSET MANAGEMENT CHIARAMENTE POSIZIONATO

Groupama Asset Management si è posizionato fin dall’inizio nel campo dell’investimento responsabile e, fin dagli anni 2000, il gruppo ha optato per una concezione della propria attività di gestore di patrimoni coerente con la tematica dello sviluppo sostenibile, al fine di inserire l’ISR in una visione strategica di lungo periodo e di integrazione generalizzata.

Pioniere dell'IR

Impegnata da oltre quindici anni nel campo dell’investimento socialmente responsabile (ISR), Groupama Asset Management afferma la propria convinzione che un emittente è tanto più performante quanto più integra le sfide ambientali, sociali e di governance (ESG) al centro della propria strategia.

Le sue competenze nel campo dell’analisi e della ricerca, i suoi prodotti di gestione e la sua mobilitazione in seno a numerosi organi decisionali francesi e internazionali, ne fanno uno dei leader riconosciuti del mercato in questo settore.

Le aspettative dei clienti, ormai alla ricerca di una finanza più stabile e sostenibile, hanno contribuito a questa evoluzione e Groupama Asset Management è diventata naturalmente un punto di riferimento per quei clienti che auspicano una performance rispettosa delle tematiche RSI.

L’evoluzione della legislazione (in ordine temporale la legge Grenelle II e poi la legge relativa alla transizione energetica per la crescita verde) ha indubbiamente permesso un’ accelerazione del processo di integrazione di questi criteri presso tutte le parti interessate.

In questo contesto ormai diventato particolarmente favorevole, Groupama AM ha deciso di approfondire la sua strategia in materia di investimento responsabile, attraverso una vera e propria visione fondata su due linee guida principali: l’integrazione dei criteri ambientali, sociali e di governance (ESG) e l’impegno dell’azienda nei confronti di tutte le parti interessate.

All'interno dell'azienda: orientare

L’impegno dell’azienda si manifesta innanzi tutto nella sua volontà di migliorare le procedure ESG attraverso il dialogo con gli emittenti. Avviando e portando avanti scambi più regolari e più strutturati sulle procedure ESG, sarà infatti possibile migliorarle.

Contemporaneamente, Groupama AM  interviene presso i suoi clienti in una logica di sensibilizzazione e talvolta di accompagnamento. Sensibilizzazione invitandoli a condividere le proprie convinzioni di investitore responsabile, e accompagnamento aiutandoli eventualmente nella elaborazione di carte o di impegni specifici ESG.

Con gli emittenti: dialogare

Per Groupama AM, l’impegno degli azionisti non deve essere sinonimo di attivismo, ma deve bensì riflettere un approccio volontario e costruttivo di uno o più investitori che chiedono,  ad alcune imprese, un impegno effettivo per migliorare le loro procedure ESG.

Questa iniziativa di impegno del gruppo si articola intorno a tre grandi linee guida:

  1. Un dialogo franco e ricorrente con il top management delle grandi capitalizzazioni europee;
  2.  Una politica di voto esigente (istituita nel 2001) che viene attuata e riguarda più di 150 assemblee generali in 7 paesi europei;
  3. La possibilità per Groupama AM, oltre alle votazioni nelle assemblee, di discutere a monte con le imprese in merito alle risoluzioni presentate alle Assemblee Generali.

Nei confronti dei clienti: impegnarsi

Essere un investitore responsabile pone anche una nuova sfida: gestire un approccio ISR e IR nell’ambito di un processo strutturato. Una sfida raccolta oggi da Groupama AM che viene dimostrato ogni giorno attraverso la trasparenza dei suoi report.

Groupama AM propone quindi l’integrazione progressiva e pragmatica dei criteri ESG nell’ambito di una gestione su mandato, oltre a un aiuto nella definizione e nel bilanciamento di criteri pertinenti e operativi per gli investitori che intendono definire il loro approccio IR/ISR.

In conformità con l’articolo 173 della legge sulla transizione energetica, Groupama AM opererà per accompagnare i suoi clienti istituzionali nell’elaborazione dei loro report. E’ inoltre possibile realizzare un sostegno tecnico-didattico degli organi decisionali dell’investitore.